Promozione Ray Ban

Gaudeamus igitur. E stata stilata la classifica degli Atenei per accedere al 7% dei finanziamenti attraverso il merito. Merito definito secondo alcuni parametri. Rocco ha trent’anni e una vita precaria. Lontano da una famiglia importuna e unito a una compagna pretenziosa, si trascina tra lavori occasionali e il divano, cercando il modo e il denaro per pagare debiti, mutuo e bollette. Una notte corrisponde l’offerta di un impiego ben retribuito e segue l’amico Gianni in una villa fuori città, dove accetta di vigilare il corpo senza vita di Silvia Resti, una giovane donna morta prematuramente.

Its own flag. And the Peshmerga, the Kurdish military forces, are flawlessy organized. Whether you want to meet refugees or the president, or cover a frontline, you always know who to call. Voleva soltanto. Dormire. E per la prima volta desiderò di essere via, lontano, disperso in una remota regione dove nessuno l’avesse mai conosciuto.

Nel 1971 arriva all’attenzione del pubblico con il ruolo di Frank Ligourin in Una squillo per l’ispettore Klute di Alan J. Pakula, con Jane Fonda e Donald Sutherland, e lo stesso anno ottiene una nomination all’Oscar vestendo i panni del detective Buddy ‘Cloudy’ Russo nel poliziesco Il braccio violento della legge, che gli porta il ruolo del detective Buddy Manucci nel poco apprezzato Squadra speciale (1973). Neanche ne Lo squalo (1975) Scheider si scrollerà di dosso la parte di “uomo della legge”; come capo di polizia della cittadina marittima Amity, Scheider/Martin Brody tornerà anche nel sequel Lo squalo 2 (1978), ma prima di salvare gli abitanti di Amity dall’attacco degli squali, interpreta un agente della CIA ne Il maratoneta (1976), con Dustin Hoffman.

Insieme ai suoi due inseparabili amici, si prepara ad affrontare la prova, ma accidentalmente Cloud scappa di casa e si lancia velocissimo verso la casa del losco vicino Krepner. Questi, guardiano di notte e ladruncolo a tempo perso, ha in ballo un ghiottissimo affare per smerciare una segretissima formula dell’invisibilità. Ignaro che i suoi piani siano destinati ad andare in fumo, andrà su tutte le furie quando il goloso Cloud si papperà l’intero contenuto della fialetta per poi darsi alla fuga.

Il suo film di debutto è Buddy (2003), che ha riscontrato pareri favorevoli fra pubblico e critica. Nel 2008, dirige invece Falling Angels e, nel 2011, Headhunters, commedia nera tratta da un romanzo dello scrittore Jo Nesb, che racconta la storia di un cacciatore di teste che rischia di tutto per avere un dipinto di valore, finito nelle mani di un ex mercenario. Il film è uno dei più grandi successi al box office norvegese di tutti i tempi, che riesce a mischiare un’astuta e intelligente ricerca per la risata con un certo genere d’azione.

Be First to Comment

Lascia un commento