Ray Ban Colorati

This volume gives an account of folk medicine, agroforestry, traditional land management, conservation of monuments, plants used in folk culture, legal aspects of traditions, role of informatics in TKS, conservation, storage and biodiversity of traditional vegetable, horticultural crops and other economic plants. Articles on adulteration in Saffron and basic methods for obtaining are also included. This book will hopefully be of interest to ethnobotanists, pharmacologists, anthropologists, horticulturists, lawyers and planners.” (jacket).

il quotidiano che le interessa, la semplicità ordinaria resa straordinaria dagli stessi protagonisti. La miseria passa in secondo piano. Grazie a riprese perfette e una fotografia eccelsa, il quartiere s’illumina di una nuova luce e risplende in un carnevale di colori.

La giovinezza è guardare qualcosa trovandolo intensamente vicino, la vecchiaia è l’esatto opposto, è la memoria che fa capricci, è un lento andare verso il lontano.Un direttore di orchestra ormai in pensione si trova a fare i conti con l’amore per la musica cui ha sacrificato quasi tutto, dal rapporto con la moglie a quello con la figlia, coinvolta e sconvolta dalla fine del suo matrimonio. Un regista si dedica alla stesura della sua ultima opera coadiuvato da un gruppo di giovani sceneggiatori. Un attore si dedica alla creazione del personaggio che dovrà liberarlo dal ruolo commerciale che lo ha reso famoso e per finire trova spazio anche la partecipazione di una miss universo in grado di solleticare pruriti agli spettatori ignari della sua nuda bellezza.

Tutti amano nonno Libero, tutti sentono un legame di affetto con un attore diventato un’icona della tv familiare. Lui si concede alle fotografie, agli abbracci, e ai giornalisti regala un po’ di novità.Banfi, da tempo lei desiderava interpretare e produrre una serie televisiva su un commissario dal volto umano. Finalmente c’è riuscito.

Questi temi si fondono poi con altri aspetti della sua vita come la difficoltà di coniugare i doveri di padre e marito con le interminabili tournè che lo sottoponevano ad una vita sfrenata fatta di vizi e abuso di droghe. Viene poi rappresentato nel film l’ aspetto storico e sociale di quel tempo negli USA dove le persone di colore lottavano contro l’ apharteid e per l’ affermazione dei propri diritti, in questo senso viene ricordato l’ impegno di Ray che si rifiutò di suonare nei luoghi razzisti e per questo gli venne proibito di mettere piede in Georgia salvo poi il ripensamento da parte del governo dello Stato stesso nel 1974, quando il celebre brano di Ray Charles “Georgia in my mind” divenne un vero e proprio inno. Fatta luce sulla trama e l’ evoluzione del film c’ è da dire che molte parti rimangono inaccessibili emotivamente proprio a causa delle scelte non proprio azzeccate del regista, infatti come detto l’ uso eccessivo di flashback, la presenza di troppe scene di breve durata e la velocità con cui si sviluppano gli eventi lasciano spiazzato lo spettatore e non premiano la scorribilità del film che a tratti risulta addirittura noioso.

Be First to Comment

Lascia un commento