Ray Ban Nuova Collezione 2016

Avevo bisogno di cambiare. Ma nonostante quella rivoluzione totale della mia esistenza, che speravo mi portasse a trovare nuovi stimoli, le cose non cambiarono. Anzi, mi lasciai andare sempre più. Publica o livro “Para Viver Um Grande Amor” (1962). Com o compositor Antonio Carlos Jobim e o cantor Jo Gilberto, cria a Bossa Nova. O bi desta obra escreveu tamb “Pel os dez cora do rei” (2004).

Questo il bilancio del colpo messo a segno nella notte tra giovedì e venerdì all’ottica Cacini di Marlia, su viale Europa. A scoprire l’accaduto è il signor Emilio Cacini, titolare del negozio: Ero a casa e stavo dormendo racconta Alle 4,15 è scattato l’allarme collegato col mio cellulare. Sono andato subito al negozio ed era tutto spalancato: la porta era stata forzata e i ladri si erano portati via gli occhiali che erano sull’espositore vicino all’ingresso.

Poi è in un piccolo ruolo nel sentimentale The One and Only (2002) e nella versione aggiornata di Nicholas Nickleby (2002) dove compaiono anche Anne Hathaway e Romola Garai, allora ancora esordienti, oltre che nel trascurabile Mona Lisa Smile (2003), rifacimento al femminile del più riuscito L’attimo fuggente. Lavora anche con l’ungherese Istvn Szab ne La diva Julia (2004), film dall’impianto teatrale, dove viene messo a fuoco, analizzato e lodato, il mestiere dell’attore. Dopo il thriller (inedito in Italia) Red Mercury (2005), affronta uno dei ruoli più duri della carriera in Pierrepoint (2005), dov’è la moglie di Albert Pierrepoint, l’ultimo boia d’Inghilterra, con oltre cinquecento esecuzioni alle spalle, ma perfetto marito e padre di famiglia.

Nell’anno che segue, la Pfeiffer riceve la nomination agli Academy, come Migliore Attrice non Protagonista, per merito della sofferta performance dell’eterea Madame Marie de Tourvel in Le relazioni pericolose, sontuosa trasposizione cinematografica, firmata Stephen Frears, del romanzo di Choderlos de Laclos. La seconda candidatura all’Oscar arriva nel 1990 (stavolta come Migliore Attrice Protagonista ), preceduta dalla vittoria ai Golden Globe, per l’interpretazione della cantante Susie Diamond in I favolosi Baker. Nel 1992 Tim Burton le cuce addosso l’aderentissima tutina nera di latex che la trasforma nella graffiante Catwoman di Batman Il ritorno.

Può la star più in voga del momento innamorarsi di un qualsiasi librario londinese? La risposta, che viene descritta in un film vivace, degno dei suoi incassi, è affermativa. Julia Roberts fa se stessa con molta ironia e autoironia. I personaggi di contorno, come deve essere in questo tipo di prodotto, sono efficaci, curatissimi e contribuiscono ad un successo annunciato.

Be First to Comment

Lascia un commento