Ray Ban Quadrati

Il ruolo del vicino inglese George Baines, semiconvertito alla filosofia di vita maori, commosso dall’intensità della musica di Ada al punto da innamorarsene che si presta per il leggendario nudo pieno (e maturo), segna un punto in suo favore, in barba a quei sirenetti di plastica che la televisione e Hollywood ci propone.Molto amato dai registi indipendenti, si presta per Somebody to Love Qualcuno da amare (1994), poi fa un piccolo ruolo in Pulp Fiction (1994) di Tarantino, entrando così nel puro club del mitico regista, che lo affianca a star del calibro di Willis, Travolta e Walken (i suoi interpreti più amati). Il suo Mr. Wolf, l’uomo che risolve i problemi è un personaggio meraviglioso.

Tutto troppo eccessivo, barocco, insistente nelle coincidenze. Si arrivò addirittura a lamentarsi perché, quando 21 grammi fu presentato al pubblico, nessuno fischiò, ma al contrario venne trattato con molto rispetto! Peccato che la critica statunitense veda il punto forte del film proprio nella narrazione a mosaico, in quel mescolare i diversi piani temporali e nella ripetizione degli stessi avvenimenti, spostandone l’ottica. E a dimostrazione di questo, 21 grammi ottiene molti premi, fra cui la Coppa Volpi a Sean Penn, ma soprattutto il paragone con quel capolavoro di crudeltà e disperato rigore che era Greed (1924) di Erich von Stroheim.Il capolavoro: BabelMa la riprova che 21 grammi fu un trionfo, arriva dalla totale fiducia che Hollywood dà a Inarritu quando gli chiede di girare un nuovo film.

Finora infatti abbiamo visto telefonini e qualche smartphone griffato, cio prodotto da un big della tecnologia e “vestito” da un marchio della moda. Oppure siamo stati inondati da cover per iPad, iPhone, Blackberry ecc, anche loro griffate. Il futuro potrebbe essere molto diverso: i designer e soprattutto i progettisti delle aziende high tech potrebbero lavorare nelle stesse stanze degli staff creativi dei marchi della moda, in una sorta di ping pong creativo tra tecnologia e stile che potrebbe portare a prodotti davvero innovativi nel capo della wearable technology.

Subito penso: Questa è una super offerta con diversi vantaggi. Prima di tutto ho uno sconto netto di duecentocinquanta euro (niente male). Poi si tratta di una pubblicità eco friendly. A torch for the darkroom. Zhang Dai words heart scholars will be able to a job. Yangming generation is also.

inoltre nel cast del drammatico Romanzo di una strage, film diretto da Marco Tullio Giordana che racconta i retroscena della stage di Piazza Fontana e dell’inizio dei cosiddetti anni di piombo.Torna a lavorare a Hollywood per Ron Howard in Rush, film sul duello tra Niki Lauda e James Hunt; e nel 2015 lavora ancora per Stefano Sollima in Suburra. Nel 2016 è Niccolò Polo, il padre di Marco, nella serie americana Marco Polo diretta da John Fusco in streaming su Netflix, e lavora per Roberto Andò nel film Le confessioni. Nel 2017 è diretto da Simone Godano nella commedia Moglie e marito, in cui in seguito a uno scambio di identità con la moglie entrerà nel corpo di Kasia Smutniak.Doveroso ricordare che non sbaglia nulla nei confronti della sua recitazione.

Be First to Comment

Lascia un commento