Svendita Ray Ban

Lavora a lungo in teatro nella prestigiosa formazione di Angelo Musco, di cui è nipote, e diventa popolare al cinema negli anni Cinquanta per l’umorismo, l’accento siciliano, l’espressività grafica con la quale caratterizza il vecchio brontolone, stizzoso, intrigante e spocchioso. Notevole, tra più di 30 film, la sua interpretazione nell’episodio pirandelliano La giara, del film a episodi Questa è la vita (1954). Tra i film: Roma città aperta (1945) di Roberto Rossellini: In nome della legge (1949) di Pietro Germi: Altri tempi (epis.

Per due anni consecutivi il regista ci porta al mare con Un’estate al mare e Un’estate ai Caraibi; nelle pellicole estive figurano molti degli attori comici italiani, tra cui Lino Banfi, Enrico Brignano, Carlo Buccirosso, Biagio Izzo, Massimo Ceccherini, Nancy Brilli, Anna Falchi e molti altri. Nel 2010 esce La vita è una cosa meravigliosa, in cui il regista romano intreccia le storie dei personaggi di Gigi Proietti, Vincenzo Salemme, Enrico Brignano, Nancy Brilli e Luisa Ranieri, e Ti presento un amico, con un Raoul Bova nei panni di un manager dalla vita sentimentale irrequieta. Nel 2011, oltre ad un cambiamento di genere con il thriller Sotto il vestito niente L’ultima sfilata, che segue le torbide vicende del dietro le quinte della moda ( è stato girato tra Svezia, Svizzera ed Italia), firma la commedia Ex: Amici come prima!, sequel ideale dell’Ex di Fausto Brizzi.

Fox, Billie Neal, Chuck Pfeiffer, Anthony Pena, Toni Frank, Chip Moody, Sergio Scognamiglio, Richard Poe, Abbie Hoffman, Keri Roebuck, Edie Brickell, Geoff Garza, Joseph Reidy, Mike Start, Rick Masters, John Del Regno, Lisa Barnes, Melinda Ramos Renna, Andrew Lauer, Ivan Kane, Ed Jupp jr., Michael Sulsona, Cordelia Gonzalez, Karen Newman, Eduardo Ricardo, Jayne Haynes, Elbert Lewis, Peter Crombie, Kevin McGuire, Alan Toy, Frank Girardeau, David Carriere, John Galt, Pamela S. Neill, John C. McGinley, Brian Tarantina, Michelle Hurst, Kristel Otney, Oliver Stone, Begonya Plaza.

I suoi genitori si trasferiscono in Connecticut nel 1962 e poi nel Wisconsin nel 1969, dove suo padre aveva ottenuto una cattedra in Letteratura inglese alla University School di Milwaukee. Lo stesso Rylance (e tutti i suoi fratelli, la cantante lirica Susannah e il sommelier Jonathan) frequenterà quella scuola, prima di diventare un attore.I primi ruoli a teatroNel 1976, coinvolto da suo padre, ha un ruolo in una rappresentazione dell'”Amleto” e si fa finalmente notare dai critici teatrali. Tante e così positive sono le critiche, che deciderà di interpretare anche “Romeo e Giulietta”, nel ruolo del giovane Romeo, in una produzione scolastica.Studi e anni OttantaDopo essersi laureato alla University of Winsconsin Milwaukee, decide di cambiare il suo nome da Mark Waters a Mark Rylance, per dare un maggiore respiro artistico alla sua personalità.

Be First to Comment

Lascia un commento