Vendita Occhiali Da Sole Ray Ban Online

Quinto capitolo della serie, il film di Harald Zwart è un trionfo di buoni sentimenti infantili, incarnati dall’indubbio talento di Jaden Smith, angelicato, puro e smorfiosetto ragazzino che affronta con virile insicurezza il colorato protagonismo dei suoi avversari, chiusi nella loro orgogliosa competenza e bramosi di travolgere il bravo ragazzo modesto. Ispirato dalla ragazza della tipologia “dolce timida” e da un “allenatore” che pratica la volontà metodica, Dre Parker troverà dentro di sé le risorse per resistere e reagire. Un remake che è nettamente superiore al film, sceneggiature , in paricolare del piccolo smith, ottime, riprese,luci e ambietazioni ECCEZIONALI.

Ma siamo proprio sicuri che il cinema abbia bisogno di facce nuove? A noi piacciono anche quelle che già ci sono e che, sporadicamente, appaiono. Piera Degli Esposti è una di queste. Una scoperta in ogni suo ruolo, un inseguimento verso uno status di “attrice totale” che poche riescono e riusciranno a ottenere.

Grande, grosso, sguardo misterioso ripiegato su se stesso. Il fisico di Nick Nolte è così possente da oscurare le persone che gli stanno a fianco. Ma la sua grandezza non è solo questione di stazza; per diventare famoso ed essere considerato un mostro sacro del cinema americano ci vuole carattere e bravura.Dedica la giovinezza allo sport come giocatore di football.

Del resto tutta la squadra che ha lavorato a La terra dell’abbastanza ha per i fratelli parole di elogio: questi due millennial sanno “esattamente dove andare, qual è la via e quale il civico”, come afferma Damiano, ma lo fanno con grande rigore e sobrietà, lavorando sulla semantica cinematografica in levare e in contrappunto.Potremmo definire il vostro lavoro “cinema della reticenza”?Usiamo spesso la reticenza come meccanismo narrativo. Quando hai una storia che funziona l’importante è non complicarla, non raccontarla in maniera funambolica, evitando ogni spettacolarizzazione. Del resto è la storia a scegliere i suoi ingredienti, e il modo in cui deve essere raccontata.

Non mi capita spesso di avere ruoli da protagonista e per me è stato molto importante avere finalmente la possibilità di gestire fino in fondo la responsabilità di un personaggio. Tratto dall’omonimo romanzo di Franco Lucentini, pubblicato nel 1964 e portato al cinema da Emidio Greco a partire dal 29 aprile, Notizie degli scavi ha il merito di scommettere su un’inedita coppia di protagonisti, incredibilmente ben assortita nonostante gli insidiosi pregiudizi: un attore come Battiston, la cui massiccia corporatura ha sempre relegato a ruoli ingenerosamente marginali, a fianco di una non attrice come Ambra Angiolini, dietro al cui bel corpo da showgirl si è per anni nascosto un talento in cerca d’espressione. Anche a me il cinema d’autore piace ha fatto eco la Angiolini al collega attore semmai sono io che non piaccio agli autori.Sono davvero pochissimi i film italiani dell’era recente che non presentano nel cast Toni Servillo e Giuseppe Battiston.

Be First to Comment

Lascia un commento